Riabilitazione sportiva. Cos'è?

postato il 07·12·2021 in

Per Riabilitazione Sportiva mi riferisco ad una specifica branca della Fisioterapia che si occupa di prevenzione, cura e riabilitazione degli atleti. Rappresenta una terapia mirata alla risoluzione della patologia traumatica-acuta (distorsioni, distrazioni muscolari, fratture) e da sovraccarico funzionale (tendiniti, borsiti). Gli sportivi lavorando a pieno regime stressano oltremodo le catene articolari e muscolari rispetto ad altre attività fisiche non sportive.

Nella presa in carico di un atleta solitamente l'obiettivo primario è ridurre i tempi di recupero da un infortunio. In tal senso diventa indispensabile calibrare un programma riabilitativo differente rispetto all'approccio classico. Gli intervalli tra le sedute sono più stretti per la necessità di un ritorno all'attività agonistica ma anche e soprattutto per evitare meccanismi di cronicizzazione che coinvolgerebbero altre strutture muscolotendinee integre al momento dell'infortunio.

Gli esercizi terapeutici proposti sono di intensità, qualità e quantità superiore. Per calibrare l'approccio giusto è fondamentale considerare le abilità agonistiche pregresse all'infortunio e inquadrare l'atleta dal punto di vista posturale. I piedi, la bocca, gli occhi e il sistema vestibolare sono i recettori dell'equilibrio e della coordinazione e devono necessariamente essere testati attraverso una valutazione posturale e osteopatica. Questi recettori consentono all'atleta di migliorare la sua performance sportiva. Una postura armonica è frutto di un coinvolgimento sinergico ed ergonomico delle catene articolari e muscolari. Questo approccio permette di soddisfare anche il secondo obiettivo della riabiliazione sportiva: la riduzione delle recidive. 

Il bagaglio di studio e le competenze acquisite in Federazione mi permottono di seguire l'atleta in maniera globale apportando contributi in termini di:

  • Cura delle patologie dello sport: distorsioni, stiramenti, contratture, traumi sportivi in genere, edema, ematoma, infiammazioni, lombalgia, cervicalgie, pubalgie, esiti di fratture, crampi, atenia, tendiniti, epicondiliti
  • Preparazione all’attività agonistica tramite verifiche della postura e studio della biomeccanica articolare dell’atleta;
  • Consigli dietetici ed alimentari;
  • Prevenzione degli infortuni atletici.

 

Photo by Gentrit Sylejmani on Unsplash 

Fisioterapia. Cos'è?
Democrazia sanitaria